I gatti e il gioco

I gatti giocano per imparare

Nelle prime settimane di vita i gatti apprendono le lezioni più importanti
della loro vita: come cacciare, come lottare,
come nascondersi, usare coda e orecchie per comunicare
e così via tramite il gioco.

Questi insegnamenti vengono impartiti da mamma gatta e perfezionate grazie all’allenamento che fornisce loro il gioco: i micini, infatti, lottano tra loro fin dai primissimi giorni di vita e coinvolgono in queste “battaglie” anche mamma gatta che insegna loro a moderare i morsi e le unghiate appoggiando sui loro musini una zampa e allontanandoli leggermente, inoltre imparano a comunicare tra loro con coda e orecchie, e apprendono quando usare miagolii e fusa. Proprio per questo motivo è molto importante che i gattini rimangano con la madre almeno per i primi 2 mesi di vita (anche se è consigliabile non separare i piccoli dalla madre prima del compimento dei 3 mesi). Un gatto che viene separato troppo presto dalla madre potrebbe avere problemi a livello comportamentale e non essere in grado di rapportarsi nella giusta maniera con i suoi simili e con l’uomo.gattina maine coon

I gatti giocano sempre

A differenza di altri animali, come ad esempio il cane, il gatto anche da adulto
gioca e lo fa’ per tutta la durata della sua vita, i gatti infatti giocano per divertirsi, ma non solo. I gatti selvatici usano il gioco per perfezionare le loro tecniche di caccia, mentre i gatti di casa giocano per tenersi in allenamento. Il gioco sviluppa le capacità di osservazione, appostamento, inseguimento e l’abilità nella cattura della preda di un gatto. Far giocare i propri gatti domestici garantisce loro una buona salute fisica e psicologica.

gatto maine coon gioca col tiragraffi

Giocare in modo sicuro e creativo

Non tutti i giochi sono sicuri e adatti, occorre dunque scegliere con
cura i giocattoli
per i nostri mici. Un gioco deve essere leggero e
animato, meglio se con motivi in rilevo e morbido. Giochi che emettono suoni
stridenti difficilmente potranno piacere al nostro gatto, che prediligerà
invece giochi profumati con l’erba gatta o che facciano suoni meno fastidiosi
per le loro orecchie. Esistono molti giochi che possiamo fare insieme al nostro gatto e osservare il suo comportamento mentre gioca da solo ci può essere d’aiuto
per capire la sua tipologia preferita. Generalmente è importante far giocare all’oggetto il ruolo della preda che scappa, si nasconde, si mostra, si arrampica, salta e fugge. Occorre quindi far sì che il gioco/preda possa sparire e riapparire, magari usando l’ambiente circostante per ricreare ciò che accade in natura, usando nascondigli “naturali” come librerie, divani, tappeti o più semplicemente il tiragraffi dei nostri gatti. Bisogna ricordare inoltre che non sempre i nostri mici hanno voglia di giocare ed è giusto rispettare i loro tempi, tenere presente che i gatti sono degli sprinter e non dei corridori quindi si stancano presto. Ogni sessione di gioco non deve quindi durare più di 5-15 minuti.
gatti maine coon giocano insieme

Oltre alla vasta gamma di giochi in commercio è possibile anche frabbricare noi stessi giochi nuovi per stimolare la mente del gatto di casa. Sono utili al nostro scopo le scatole di cartone con buchi di circa 10 cm di diametro oppure creare tunnel di cartone, si possono anche costruire amache con vecchi lenzuoli, ma anche la pellicola di alluminio può dare origine a palline di diverse dimensioni e da inseguire per tutta casa. Un altro modo molto semplice per tenere viva la creatività dei nostri amici felini e stimolare le loro menti è quello di nascondere piccole quantità di cibo (crocchette ovviamente) o, per rendere più difficile la “caccia”, inserire le crocchette in strutture piramidali, o di altra forma, create con i rotoli della carta da cucina oppure in scatoline con l’apertura stretta in modo che il gatto sia costretto ad estrarli con le zampine.

gattino maine coon con topo finto

Sebbene da gatti così grossi ci si aspetterebbe un bel vocione, quasi un ruggito, i Maine Coon, emettono dei miagolii molto dolci. Il loro repertorio vocale è però molto più ricco, questi gattoni infatti, emettono una grande varietà di suoni che spaziano tra maigolii e “trilli” che chi possiede un Maine Coon ben conosce in quanto questa particolare razza di gatti è molto loquace. I Maine Coon sanno farsi capire molto bene dai propri padroni quando hanno bisogno di qualcosa o anche solo per esprime la loro gioia nel riverdervi a casa o nell’apprezzare le vostre coccole.

gatta maine coon che dorme sul divano

Condividi con i tuoi amici:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • RSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *