Adottare un gatto

Decidere di adottare un gatto, o un qualsiasi animale, è una decisione importante, che prevede un serio impegno e tanta serietà. Non è uno scherzo e se si adotta un animale domestico bisogna prendersi la responsabilità di fargli vivere una vita dignitosa (il che non significa solo riempirgli la ciotola e occuparsi dei bisognini fisiologici).
Adottare un gatto richiede tempo e anche denaro.

gattini maine coon
 Un gatto (ma ripeto, potrei dire la stessa cosa di un cane o di un altro animale d’affezione) ha bisogno di mangiare e questo non vuol dire semplicemente riempirgli la ciotola con la prima cosa che abbiamo a portata di mano, esistono molti alimenti secchi e umidi in commercio e proprio come i prodotti che consumiamo noi, alcuni sono migliori di altri. Leggere le etichette e assicurarci che contengano una percentuale di carne alta (carne non sottoprodotti e derivati) e che contengano buoni ingredienti (quindi poca roba chimica, trattata o altro) in modo da garantirgli un’alimentazione sana, ci faranno risparmiare soldini di veterinario quando saranno adulti. Inoltre un’alimentazione curata previene carenze vitaminiche, dermatiti e intolleranze. A volte è meglio spendere un po’ di più, ma garantirgli una dieta equilibrata. Attenzione anche se si decide di cucinare noi la pappa del micio, bisogna garantirgli la giusta dose di proteine, vitamine e fibre poichè si rischia di somministrare cibi non congeniali alle necessità del nostro gatto (che variano anche a seconda dell’età e dello stile di vita.
gatto che mangia

Quando si decidere di adottare un gatto, inoltre, occorre anche pensare alla sua salute, quindi prevedere controlli periodici da un veterinario di fiducia (informatevi sempre prima, magari presso chi ha già esperienza in merito e sul sito ufficiale dell’albo dei veterinari) per vaccinazioni e visite (soprattutto all’inzio per monitorare la crescita del gatto). Una volta che il gatto o la gatta sono adulti, se non avete intenzione di farli accoppiare, allora vi consiglio caldamente di sottopporre il vostro felino domestico a castrazione o sterilizzazione, per esperienza personale posso garantirvi che farete un grosso favore al vostro animale, garantendogli una vita più lunga e più serena.
La salute passa anche attraverso l’igiene, quindi è imperativo tenere pulita la lettiera (almeno una per gatto se si ha più di un animale) e lavarla, almeno una volta a settimana con un disinfettante. Inoltre, per chi ha un giardino (oltre a metterlo in sicurezza) dovrebbe provvedere anche a tenere lontani gatti di strada (potenzialmente malati) per evitare scambi di virus attraverso l’atto sociale del naso-naso, graffi e morsi e rimuovere le eventuali feci di questi ultimi.

veterinario visita un gatto

A questo punto, se avete deciso di adottare un gatto, e di prendervi la responsabilità di oneri e onori che ne derivano, ci sono ancora poche cose da sapere:
1. nessun umano ha davvero la possibilità di sceliere un gatto, solitamente sono loro, in un modo o nell’altro, a scegliere noi;
2. se prendete un gattino (sempre e comunque al compimento dei 2/3 mesi di vita e MAI prima) e dovete dargli un nome, assicuratevi che gli piaccia, anche in questo caso è bene ricordare che i gatti si scelgono il loro nome (e i miei miciotti ne sono la prova vivente!!);
3. una volta che il gatto entrerà in casa vostra, quella diventerà casa sua, voi sarete solo i fortunati ospiti.

La mia vita e la mia casa, senza un gatto, sarebbero terribilmente vuote. I miei gatti, sia quelli presenti che quelli passati, mi hanno dato così tanto che posso dire che abbiano davvero cambiato la mia vita. Ero una tipa “più da cane”, ma da quando ho imparato a conoscere i gatti, e i Maine Coon in particolare, non riesco più ad immaginare la mia vita senza un micio a fianco!

Condividi con i tuoi amici:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • RSS

2 pensieri su “Adottare un gatto

  1. Ciao ho letto il tuo articolo ed in generale il tuo blog e lo trovo davvero molto interessante. Sto cercando disperatamente un maine coon ma vorrei adottarlo. Sembra però che il denaro sia più importante del loro benessere. Riusciresti ad aiutarmi a trovare un centro che recupera e da in adozione meine coon? Grazie mille

    • Ciao! Grazie per i complimenti, sono felice che i miei articoli ti siano stati utili.
      Purtroppo non conosco nessuno che faccia recupero di Maine Coon. Quando si parla di animali di razza non è solo questione di soldi, ma anche di preservare la razza ed essendo i Maine C. Una razza naturale ( quindi non selezionata dall’uomo) si cerca di tenerla “pura”.
      Conosco solo qualche allevatore, ma nulla di più.
      Forse alcuni allevatori regalano cuccioli sotto l’anno di vita che gli sono tornati indietro, oppure esemplari con qualche difetto genetico, dovresti provare a cobtattarne qualcuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *