Carattere del gatto Maine Coon

Caratteristiche e carattere del Maine Coon

In uno dei vecchi post ho descritto le caratteristiche principali del gatto Maine Coon, oggi invece vorrei parlare di carattere.
I gatti Maine Coon, in linea di massima, sono molto coccoloni ed equilibrati. Si affezionano molto al padrone e lo seguono in giro per casa, quasi come farebbe un cane. Sono adatti a tutti: single e famiglie, e non hanno problemi a convivere con altri animali quali gatti e anche cani.
Ogni articolo che ho letto, su internet o sui libri, elogiava sempre il carattere sornione di questi gatti giganti, ma vivere con loro è tutta un’altra storia. Un’esperienza davvero incredibile, e tutte le parole che io potrei usare qui, non credo possano rendere al meglio ciò che è la vita con un Maine Coon.
Non essendo un’allevatrice non ho un’esperienza così vasta in fatto di Maine Coon, ma nel mio piccolo ne ho conosciuti parecchi.
I gatti Maine Coon che ho visto io rispondevano molto ai canoni dello standard caratteriale che si possono leggere in giro, ma ognuno di loro, proprio come le persone, sviluppa un carattare diverso dagli altri. Ogni gatto, così come ogni cane o qualsiasi altro animale, sviluppano una serie di comportamenti individuali molto diversi gli uni dagli altri. Scegliere un gatto di una razza piuttosto che di un’altra non è una garanzia assoluta sul futuro comportamento del micio in questione, fornisce solo una probabilità più alta che sviluppi un certo tipo di carattere, mentre a livello estetico è raro che un esemplare si discosti dalle peculiarità dello standard di razza.

gatta maine coon allatta i cuccioli

Il carattere si forgia fin da piccoli

Proprio come i cuccioli umani, anche i cuccioli felini iniziano a sviluppare un loro carattere individuale già da piccoli. Una delle cose più belle dell’avere due gattini Maine Coon in giro per casa è proprio vedere quanto siano diversi pur essendo così simili.
Parte delle loro differenze caratteriali credo siano imputabili al sesso: i maschi, nei gatti, è molto più coccoloni e tranquilli, mentre le femmine sono una persenza meno “invadente” e più altera, un po’ come una mamma che ci osserva un passo indietro. Nel mio caso il maschietto, fin da subito, ha fatto vedere a tutti che sarebbe stato il re della casa, un piccolo leone, che si atteggia da duro anche quando è solo un gattino impaurito di fronte ad una casa nuova. All’inzio manteneva le distanze dalla cagnolina di casa, non perchè non gli piacesse, ma solo per mostrare il suo distacco un po’ snob da gatto, ma sotto il sottile strato di “maschio duro” ecco il gattino coccolone che si struscia sul cane di casa e si butta pancia all’aria per farsi annusare, leccare e addirittura mordicchiare!!
La sorellina invece, palesemente più timidina all’inizio, ha subito occupato il secondo posto del podio di casa, accettando un ruolo più discreto. Questa cosa mi ha sempre stupito molto poichè ho sempre letto che i gatti formano società matriarcali, mentre io vedo come la piccina di casa (per quando possa essere piccola una gatta Maine Coon!) si faccia da parte per lasciar mangiare prima il maschio di casa, come accetti la seconda cuccia del tiragraffi e così via.

gattini maine coon che giocano

Gatto maschio vs gatto femmina

Crescere per un Maine Coon comporta un grande impegno e una lotta contro un mondo che si fa’ via via più piccolo. In pochi mesi ti ritrovi con un gattone di 8kg e una gatta di 4kg che, essendo ancora anagraficamente cuccioli, non stanno più in tutti quei piccoli angoli di casa che prima parevano enormi e sorpresi ti guardano come a chiederti perchè hai rimpocciolito casa! Senza contare che sollevare da terra e far muovere in volo 8 e 4 kg gattosi per effettuare un salto non è certo facile, soprattutto se per farlo devi combattere contro la forza di gravità.
Il maschio rinuncia il più delle volte, preferendo il solido e sicuro pavimento, oppure il tavolo della cucina, su cui si arriva tramite un tranquillo passaggio sulla sedia vicina.
La femmina invece, selvaggia ed impavida, guarda in alto, letteralmente. Osserva le sporgenze, i pensili della cucina, i possibili punti d’appoggio finchè un giorno arrivi a casa e non la trovi. Non c’è, è sparita! Giri tutta casa e inizi a credere di averla persa davvero: forse è uscita di casa con te, qualcuno ha aperto una finestra e lei è uscita, oppure è stata rapita da invisibili ladri che irrompono negli appartamenti di giorno e con 3 persone dentro!
Alla fine, quando ormai sei quasi arresa, eccola che ti chiama dalla cima dell’armadio con aria assonnata, mentre pian piano si stiracchia e studia un percorso di discesa. Armadi a 20cm dal soffitto, frigorifero, pensili della cucina, librerie, televisioni e bordi delle sedie (sì propri i bordi di 6mm delle sedie da cucina) sono tutti traguardi da raggiungere, percorsi da provare e un modo per attirare gli sguardi sorpresi degli umani di casa e del gatto maschio (il fratellino) che pare sorpreso, quasi come se si stesse domandando se anche lui può farlo.
Il mio gatto Maine Coon mi segue come un cane e cerca sempre le rassicuranti coccole della “mamma umana”, rispecchiando a pieno le descrizioni sul carattere del Maine Coon, mentre la femmina salta su tutti i mobili, facendo slalom tra le cose che trova sul suo percorso per attraversare la cucina, poichè passare dal pavimento sarebbe troppo banale. Si siede in cima alla tv e ti osserva cenare, mentre il fratellino salta timidamente sulla credenza solo per spirito di emulazione.
Lui è un bimbo coccolone e un po’ scemotto, mentre lei risponde quando la sgridi, fa cadere i soprammobili di proposito e ondeggia la coda davanti a te, come in una danza sinuosa che ti invita a ricordarle quanto è bella.

gatti maine coon riposano sul mobile

Sono gatti. Sono Maine Coon.
E voi che gatto preferite? Maschio o femmina?

Condividi con i tuoi amici:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • RSS

4 pensieri su “Carattere del gatto Maine Coon

  1. Mia Ma in Coon Emy ha 2 Mesi di Color Salmone Chiaro con Piedini Bianchi.. Ed è già Mlt Vivace e Birichina e Corre su x le Scale Veloce Veloce!!! Ho Preso 1 Femmina xke Nn Intendo Sterilizzare Né Lei e Nemmeno 1 Maschio(k purtroppo potrebbe spruzzare e inevitabilmente creare Danni e Cattivi Odori)!!!

    • Mi dispiace molto leggere questo messaggio. I gattini non dovrebbero essere tolti dalla mamma prima dei 3 mesi ne va’ del loro sviluppo psicofisico. Inoltre tenere animali in casa interi è una vera crudeltà, senza contare tutti i problemi di salute a cui poi andranno incontro. Il fatto che un maschio possa spruzzare è davvero l’ultimo dei problemi. Solitamente gli allevatori cedono cuccioli solo con obbligo di sterilizzazione ai 6mesi, ma avendoli dati via così presto, riesco ben ad immaginare quale sia il suo modus operandi. Auguri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *