FIP – Peritonite Infettiva Felina: la mia verità

Purtroppo arriva sempre il momento in cui occorre guardare in faccia la realtà e accettarla per quello è. Occorre prendere delle decisioni e mettere da parte ogni tipo di sentimento e “fare la cosa giusta”.
Quando il veterinario mi disse che la diagnosi era FIP – Peritonite Infettiva Felina sapevo che era una condanna a morte, sapevo bene che presto o tardi il mio amato gatto Garù mi avrebbe lasciato. Convivere con l’idea che il animale, lo stesso che hai visto nascere e crescere, il micio che ti segue ovunque e che è di fatto la tua ombra è destinato a lasciarti prima di poter compiere 2 anni, non è facile. E’ un’ingiustizia!
Maledire il mondo, piangere, urlare, arrabbiarsi. Ci sta’ tutto, ma sinceramente non è inutile. Ogni cosa è inutile, la FIP vince e tu perdi.
Non esiste nessuna cura per la Peritonite infettiva felina, non credete a chi vi dice di aver curato dei gatti affetti da FIP. La cura per la FIP è la morte. E’ una battaglia che non si può vincere e accettare questa cosa renderà tutto meno difficile (no, non può essere semplice).Sono certa che esistano rare occasioni in cui la FIP viene contrastata, ma quanti casi realmente certificati esistono?? Casi reali al 100%??

Non fidatevi di chi dice di aver curato gatti FIP senza essere un veterinario. Anche io avrei voluto crederci, anche io voglio pensare che esista una cura, ma la verità è che, ad oggi, non c’è. Se qualcuno scoprisse un modo per curare un gatto FIP positivo non credete che ne brevetterebbe il metodo per rivenderlo e per salvare milioni di gatti in tutto il mondo? Se davvero qualcuno conoscesse la cura per la FIP allora non se lo terrebbe certo per sè.
La FIP è una vasculite immuno-mediata, ovvero un’infezione molto grave e per questo, credo, ma non sono una veterinaria e la mia è solo un’ipotesi, che, se individuata tempestivamente ci sia una lievissima speranza di combatterla. Nella maggior parte dei casi ci si accorge troppo tardi dei sintomi e quindi della malattia.
Scrivo questo perchè c’è gente, non faccio nomi, nè inserisco link in merito, che vanno in giro a dire di aver curato gatti FIP con la giusta alimentazione e la giusta terapia, senza aver nemmeno una laurea in veterinaria e non paghi di ciò screditano che invece la laurea ce l’ha e magari ha studiato anni e pratica la professione con coscienza. Vi prego, non date credito a questi cialtroni. Consultate sempre degli esperti, telefonate, informatevi il più possibile, ma sempre con persone che sanno di ciò che parlano, ovvero: medici-veterinari!

ambulatorio Veterinario

La FIP vince sempre

Nei vari post di questo blog ho raccontato la mia esperienza con la FIP, con la più bastarda delle malattie del gatto. Ho cercato di tener memoria di tutto ciò che accaduto al mio gatto Garù, di cosa ho fatto, di come ha reagito alle terapie mediche e delle analisi fatte, è stata dura, perchè volevo solo dimenticare tutte le orribili settimane in cui guardavo Garù in quei suoi innocenti occhi verde/gialli sapendo che sarebbe morto. Guardavo il mio gattone e vedevo la sua voglia di vivere, di stare con me, la sua incosapevolezza e sapevo che non avrebbe mai compiuto 2 anni. Non avrei mai più dovuto portarlo a castrare, fargli vaccini o preoccuparmi della sua vecchiaia, perchè il giorno in cui il veterinario mi disse che al 99% era FIP io sapevo che quella era una sentenza di morte. Non c’è più nessuna speranza per me e per lui di una lunga vita insieme.

Ho versato e verso tutt’oggi un mare di lacrime e impreco contro il destino che così crudelmente ha colpito l’essere più dolce e innocente che io abbia mai conosciuto, ma non è mai servito, nè servirà più. Di tutta questa orribile esperienza voglio solo cercare di trarre il meglio, tentando, a mio modo, di aiutare chi sta vivendo questa stessa situazione a prepararsi e affrontarla al meglio. In cuor mio spero queste case history aiutino chi lavora in campo veterinario e chi ha un gatto FIP + ad allungare l più possibile la vita del proprio quadrupede e, perchè no, magari un giorno a trovare una cura.

Condividi con i tuoi amici:

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • RSS

2 pensieri su “FIP – Peritonite Infettiva Felina: la mia verità

  1. Ciao cara. Non conosco il tuo nome ma mi viene da piangere dopo quello che hai scritto e che ho appena letto. Credo di riconoscere gli stessi sintomi nel mio Whisper, il mio primo main coon di 19 mesi. Hai espresso molto bene la tua esperienza e i tuoi sentimenti. Mi piacerebbe parlarne con te….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *